consigli per un natale sostenibile

10 consigli per un Natale sostenibile

Casa, In Evidenza, Lifegate

Quest’anno ti piacerebbe festeggiare il Natale in modo ecologico senza rinunciare a tutta la sua magia?
Vorresti riservare alla Terra il regalo migliore che le si possa fare, un futuro sostenibile?

Ecco 10 consigli per realizzare gli addobbi più fantasiosi, i regali più belli, i menù più ricercati, senza danneggiare l’ambiente, riducendo gli sprechi e risparmiando.

  1. Decorazioni
    Acquistando decorazioni di buona qualità, ci si assicura che possano essere riutilizzate negli anni. Con piccoli oggetti di uso quotidiano e un po’ di fantasia, invece, si possono creare in casa decorazioni natalizie fai da te originali, iniziando una tradizione familiare da tramandare ai più piccoli.
  2. Pranzo di Natale
    Il pranzo di Natale con il minor impatto ambientale è quello che rispetta le regole del riciclo, la stagionalità degli alimenti, la provenienza locale degli ingredienti e la coltivazione biologica.
    Un menù a base vegetale è più sostenibile di uno con ingredienti animali, perché fatto di materie prime che necessitano di minori risorse nel ciclo di produzione.
  3. Evita lo spreco di cibo
    Apri solo le confezioni necessarie e servi porzioni contenute. Meglio una quantità minore di cibo nel piatto accompagnata da un eventuale bis, piuttosto che una porzione abbondante avanzata nel piatto.
  4. Compostaggio
    Trasforma gli avanzi di cibo, che è impossibile riutilizzare, in compost per l’orto e il giardino.
    Sono ormai sempre più numerosi i Comuni italiani che incentivano il compostaggio domestico con sconti sulle tasse.
  5. Fai regali mirati
    Scegli un’esperienza, qualcosa che risponda a un’esigenza reale o che duri nel tempo.
    Si può regalare il sostegno a un’associazione umanitaria o ambientalista oppure si possono scegliere prodotti del commercio equo e solidale, che sostengono i piccoli lavoratori del Sud del mondo. Meglio evitare di comprare i prodotti con imballaggi sproporzionati o inutili, che hanno un forte impatto ambientale.

Advertisement
banner-bici-pieghevole-728x90

  1. Incartamenti
    Per incartare i regali, usa un materiale che si possa facilmente riciclare. Gli involucri come carta e cartoncino sono i migliori dal punto di vista ambientale. I doni, inoltre, possono essere personalizzati in modo originale con decorazioni fai da te come per esempio bastoncini di cannella, piccole pigne, fiori secchi, nastri e foulard da utilizzare in alternativa alle coccarde normalmente in vendita.
  2. Fai la raccolta differenziata
    Differenzia i rifiuti, dividendo lattine, bottiglie di plastica, cartoni vari, vetro, metalli, organico. Appiattisci le lattine e le bottiglie in modo che occupino meno spazio. Quando brindi con amici e parenti, conserva il tappo di sughero della bottiglia: può trasformarsi in granulato isolante per la bioedilizia. Cerca il punto di raccolta per tappi di sughero più vicino a te.
  3. Regali tecnologici
    Se approfitti del Natale per farti un regalo tecnologico, ricordati di smaltire correttamente l’apparecchio che vai a sostituire. Se regali un prodotto che necessita di batterie per funzionare, includi nel dono anche un set di pile ricaricabili con caricatore. Le usa e getta richiedono 50 volte più energia per essere prodotte di quanta ne contengono.
  4. Albero di Natale
    L’abete con radici, quello “vero”, è una buona scelta dal punto di vista ecologico, ma solo se ci si informa bene su come trapiantarlo alla fine delle feste. Mettendolo in terrazza o in giardino, si preserva il suo benessere; in mancanza di questi, è meglio posizionare l’albero in casa ben lontano da fonti di calore e spruzzarlo spesso, accuratamente, con acqua nebulizzata.
  5. Illuminazioni
    Le luci sono un elemento irrinunciabile del Natale, creano festa, intimità e magia. Le luminarie a led sono molto meno impattanti di quelle tradizionali e si trovano ormai in vendita ovunque. Ricordati comunque di spegnerle quando esci di casa, per evitare sprechi energetici.

Articolo a cura di LifeGate

Condividi l'articoloShare on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Share on Google+0Email this to someone
Valuta questo articolo