Vacanze al lago in Italia: le 10 mete da non perdere

Vacanze al lago in Italia: le 10 mete da non perdere

Mare, montagna o, perché no, lago? Le vacanze estive 2024 sono all’insegna di quel mix di relax, divertimento, movimento, di quel senso di pace assoluto che solo gli specchi d’acqua dolce sono in grado di regalare. Ecco 10 incredibili mete tutte da esplorare per vacanze al lago indimenticabili.

Da nord a sud, l’Italia è punteggiata da numerosissimi laghi: i dati ufficiali ne riportano più di 1.500, ognuno con il suo fascino unico e caratteristico, a tratti misterioso e atavico, altre volte pacifico e rilassante, ma sempre tutto da scoprire. Tra questi spiccano estesi bacini lacustri, come i famosi lago di Garda, d’Iseo, di Como e Maggiore, amati in tutto il mondo non solo per la bellezza dei paesaggi circostanti, incorniciati da maestose montagne innevate e punteggiati di fitti boschi color smeraldo, ma anche per la ricca offerta di servizi e strutture ricettive pensate per soddisfare diverse esigenze e fasce di budget.

Non meno suggestivi sono i preziosi specchi turchesi d’alta quota, talvolta raggiungibili soltanto percorrendo scoscesi sentieri di montagna, come nel caso dei laghi di Sorapis e di Limides, piccole oasi nascoste situate ai piedi delle Dolomiti, ma anche le spettacolari distese d’acqua dolce che corrono parallele ad alcune delle spiagge più belle della Penisola, come nel caso dei laghi di di Lesina e Varano, situati a nord del Gargano, in provincia di Foggia.

Ecco dunque che trascorrere le vacanze estive al lago diventa un modo unico di scoprire l’incredibile varietà di meraviglie presenti sul territorio italiano e, al contempo, sperimentare un nuovo modo di “fare vacanza”, più attivo e dinamico, ma anche più lento e consapevole. Una vera e propria manna dal cielo per gli amanti della natura incontaminata e dello sport, ma anche per chi desidera stare lontano dalle località più frequentate per andare alla scoperta di gemme nascoste e oasi di pace dove riconnettersi con le proprie emozioni e fuggire – anche solo per qualche ora – dalla frenesia e dallo stress della vita quotidiana.

In questo articolo, esploreremo 10 mete imperdibili dove organizzare delle vacanze al lago in Italia, dal lago d’Orta al lago di Tenno, dal lago di Vico al lago di Sirino, per passare dal lago Maggiore e dal lago d’Iseo.

Estate 2024: perché le vacanze al lago sono sempre un’ottima idea

Alla ricerca di alternative alle destinazioni estive tradizionali, un numero crescente di turisti italiani e stranieri stanno abbandonando le spiagge affollate e le località montane alla moda, che per decenni hanno dominato le classifiche delle mete più ambite e visitate nel Belpaese, per orientarsi verso i laghi italiani, luoghi tranquilli e rilassanti, ideali per chi desidera allontanarsi dal trambusto della città, radicarsi nel presente e ritrovare quel contatto con le meraviglie naturali che ci circondano che oggigiorno sembra essere diventato tanto raro quanto prezioso e necessario.

Senza contare che trascorrere una calda giornata di metà estate sulle rive di un lago d’alta quota, leggere un libro o gustare un rinfrescante cocktail, con la piacevole brezza pomeridiana a scompigliarci i capelli, è un vero e proprio toccasana per il corpo, la mente e lo spirito, così come lo è andare alla scoperta dei piccoli borghi che da secoli ne vegliano le rive, del loro legame – talvolta misterioso e insondabile – con l’acqua, che spesso si manifesta anche nella tradizione enogastronomica locale e nei rituali antichi che per lungo tempo hanno scandito la vita sociale di quei luoghi.

Al tempo stesso, non dobbiamo dimenticare che una vacanza al lago è davvero per tutti! Molteplici sono infatti le attività che si possono svolgere nelle vicinanze di questi specchi d’acqua, da escursioni mozzafiato sulle montagne circostanti ad adrenalinici sport acquatici come il nuoto, il kayak, la vela elo stand up paddle (o SUP, una variante del surf in cui si sta in piedi su una tavola, aiutandosi con una pagaia apposita per la propulsione, spingendosi in avanti con l’aiuto di una pagaia apposita). Tale varietà di opzioni rende i laghi una scelta attraente non solo per famiglie e coppie, ma anche per giovani e gruppi di amici alla ricerca di quel delicato equilibrio tra avventura, divertimento e relax.

Un assortimento che si traspone anche nella scelta degli alloggi e delle strutture ricettive: se, ad esempio, il lago di Como sono è noto in ogni dove per le eleganti e lussuose ville appollaiate sulle sue sponde, altri, come quello di Garda e Maggiore, vantano la possibilità di pernottare in eccellenti eco-resort, ovvero strutture alberghiere costruite in armonia con i ritmi e le necessità della natura circostante, nonché in molteplici camping e aree di sosta per chi desidera desidera viaggiare on the road, e più sofisticati glamping, una versione 2.0 dei tradizionali campeggi, che unisce il contatto con la natura con i comfort di un hotel a 5 stelle.

Come si può vedere, le ragioni per andare alla scoperta dei laghi più belli d’Italia non mancano sicuramente. Ecco allora 10 idee per vacanze al lago in Italia indimenticabili, che permetteranno di scoprire la bellezza e la diversità di paesaggi unici al mondo e di sperimentare una nuova concezione di vacanza, più attiva e dinamica, ma anche più introspettiva e rilassante.

Vacanze al lago in Italia: 10 mete imperdibili

Dalle rinomate sponde del Lago di Como e del Lago di Garda a gemme nascoste come il Lago di Tenno e il Lago di Vico, ecco le migliori mete per delle vacanze al lago in Italia, da Nord a Sud dello stivale.

Weekend sul Lago di Como (Lombardia)

Con le sue ville storiche ornate da giardini lussureggianti, tra cui le spettacolari Villa Carlotta, Villa Olmo e Villa del Balbianello, i pittoreschi paesini appollaiati serenamente sulle sue sponde, e le sue acque turchesi incorniciate da montagne smeraldo, il lago di Como è senza dubbio una delle mete lacustri più amate daI turisti italiani e internazionali, che qui trovano la cornice perfetta per un soggiorno romantico o una rilassante vacanza con la famiglia.
Ma trascorrere un weekend sul lago di Como significa anche avere l’occasione di visitare cittadine ricche di storia e cultura come Como, famosa per la cattedrale di Santa Maria Assunta, uno degli esempi più spettacolari di architettura gotica dell’Italia settentrionale, e Bellagio, conosciuta come la “perla del lago” per le sue incantevoli stradine lastricate che serpeggiano silenziose tra sontuosi edifici, tra cui spicca per grazia ed eleganza Villa Serbelloni, con il suo rigoglioso giardino terrazzato, un vero e proprio parco naturale che con i suoi 21 ettari copre quasi tutto il promontorio di Bellagio, offrendo un punto di vista privilegiato da cui godere della bellezza mozzafiato del lago.
Il lago di Como è facilmente raggiungibile in treno e autobus da Milano (il viaggio dura all’incirca un’ora). Una volta a destinazione, il consiglio è quello di noleggiare un’auto o una bici elettrica per spostarsi agevolmente tra le diverse località situate lungo i circa 190 km di perimetro del lago, o sfruttare i collegamenti offerti dall’efficiente sistema di trasporto pubblico.

Vacanze al lago di Garda (Trentino-Veneto-Lombardia)

Situato a cavallo tra Lombardia, Veneto e Trentino, il lago di Garda – il più grande della Penisola italiana – offre una grande varietà di paesaggi naturali, da spiagge di ciottoli e scogliere rocciose a picco su placide acque verde smeraldo, a dolci colline ricoperte da uliveti (quelli situati più a nord dell’intero Vecchio Continente) e da una fitta vegetazione di tipo mediterraneo, dominata da profumati lecci e pini marittimi, golosi fichi e gioiose ginestre, per giungere a pittoreschi paesini, dove ancora oggi si può respirare un’atmosfera d’altri tempi.
Il tutto circondato da imponenti montagne che sembrano sorvegliare il lago dall’alto, dove rifugiarsi durante le giornate estive più calde (il monte Altissimo, tra le mete montane più amate dell’area per fare trekking o anche solo per trascorrere qualche ora di sano relax, è facilmente raggiungibile prendendo la comoda funivia in partenza dal paese di Malcesine).
Ma l’incredibile attrattiva esercitata dal lago sui viaggiatori nostrani, ma soprattutto d’oltralpe (basti pensare che l’85% delle presenze registrate nell’anno passato è straniero, con una prevalenza di turisti dalla Germania, Inghilterra e, più in generale, dal Nord Europa), risiede non solo nella sua bellezza incontaminata e a tratti selvaggia, ma anche nella vasta gamma di attività per tutte le età e gli interessi che lo trasformano in un vero e proprio parco giochi a cielo aperto.
Da Sirmione, con le sue terme e le rovine romane, a Riva del Garda, famosa per gli sport acquatici e per le passeggiate mozzafiato nella natura, come quella del Ponale, una vecchia strada sterrata che domina per 10 km il versante occidentale del lago, per passare da Limone sul Garda, che con le sue antiche limonaie testimonia ancora oggi un pezzo importante della storia locale, c’è sempre qualcosa da fare!

Vacanze al lago in Trentino al lago di Tenno (Trentino Alto-Adige)

Restiamo in Trentino per andare alla scoperta di una gemma alpina (ci troviamo a circa 570 metri sul livello del mare) dal fascino selvaggio e ipnotico come le sue acque, di uno spettacolare turchese che riflette fedelmente le cime innevate delle montagne che la circondano – talmente pure da che il Lago di Tenno rientra oggi tra gli specchi lacustri certificati con la prestigiosa bandiera blu.
Un vero e proprio paradiso naturale dove rilassarsi in compagnia dei nostri cari e assaporare quella sensazione di pace dei sensi che solo i luoghi non ancora toccati dal turismo di massa sanno regalare. Molto comodo e adatto anche ai più piccoli è il sentiero che costeggia l’intero perimetro del lago, percorribile in mezz’ora o poco più, che permette di cogliere appieno i segreti nascosti del lago e dei suoi piccoli abitanti.
Ci troviamo a pochi passi dal borgo di Tenno, eletto come uno dei Borghi più belli d’Italia dall’omonima iniziativa volta a valorizzare il ricco patrimonio artistico, storico e culturale del Belpaese, affascinante località di circa duemila abitanti situata su una terrazza a picco sul Lago di Garda, affascinante quanto lo sono le storie raccontate dalle sue rustiche case in pietra, dalle strette viuzze medievali, nonché dall’omonimo Castello, un tempo importante postazione strategica alle porte del lago.

Lago d’Iseo (Lombardia)

Piccolo tesoro nascosto tra le prealpi bergamasche, questo lago alpino dalle placide acque smeraldo è famoso soprattutto per Monte Isola, che con la sua superficie di circa 4,5 km² si aggiudica il titolo di isola lacustre più grande d’Europa. L’Isola è interamente pedonale, e dunque comodamente percorribile sia a piedi che in bicicletta (comodamente noleggiabile anche in loco). Sentieri ben segnalati conducono a luoghi affascinanti come il Santuario della Madonna della Ceriola, situato sulla cima dell’isola, che offre una vista spettacolare sul lago e sulle montagne circostanti.
Da non perdere anche i caratteristici villaggi di Peschiera Maraglio e Siviano, che con le loro stradine strette, le case in pietra e i pittoreschi porticcioli offrono uno spaccato particolarmente vivido dell ricco patrimonio storico e culturale locale, fatto di usanze e tradizioni tramandate di generazione in generazione da secoli, di cui la cucina –composta da piatti ricchi nella loro semplicità, in cui a dominare sono i prodotti ittici pescati direttamente nel lago – rappresenta una grande fetta.
Come se tutto questo non bastasse, il Lago d’Iseo è una destinazione ideale anche per gli amanti della natura e delle attività all’aria aperta, che qui potranno cimentarsi in una grande varietà di escursioni adatte a tutti i livelli di preparazione fisica, tra cui le più suggestive sono sicuramente il Sentiero del Sebino, un percorso costiero offre viste spettacolari sul lago e si dispiega attraverso boschi e uliveti, passando per piccoli borghi e spiagge nascoste, e il Sentiero delle Piramidi di Zone, che permette di ammirare le formazioni geologiche note come piramidi di erosione, situate nella Riserva Naturale delle Piramidi di Zone.

Lago d’Orta (Piemonte)

A differenza dei più famosi laghi italiani, il Lago d’Orta mantiene un fascino discreto, ma non per questo meno magnetico, che attira visitatori in cerca di pace, storia e autenticità. Un’esplorazione di questo incantato specchio d’acqua non può che partire dal borgo medievale di Orta San Giulio, il suo cuore pulsante, con le sue strette viuzze acciottolate, le piazze un tempo luogo di ritrovo della comunità, e case color pastello che sembrano riposare tranquillamente sulle sue sponde, incuranti di quello che accade “fuori” nel mondo.
Da qui si può poi partire alla volta dell’esplorazione dei piccoli borghi di Omegna e Pettenasco, o camminare lungo uno dei dei sentieri che circondano il lago, tra cui il suggestivo Sentiero Azzurro, che collega la stessa Omegna a Orta San Giulio passando per boschi incantati, spiagge nascoste e piccoli paesini. Ma le calme acque di questo lago del novarese sono ideali anche per cimentarsi in avventurosi sport acquatici come il kayak, il paddleboard e la vela.
Punto privilegiato da cui godere di una vista a 360° su Orta e sulle verdi montagne circostanti è il Sacro Monte di Orta, parte del gruppo dei nove Sacri Monti alpini in Piemonte e Lombardia è oggi sito Patrimonio dell’Umanità Unesco, posto su una collina che domina il lago e costituito da venti cappelle affrescate che raccontano la vita di San Francesco d’Assisi. Un luogo di grande bellezza spirituale e naturale, in cui ritrovare la pace perduta e ricaricare le pile in vista prima del ritorno agli impegni della vita di tutti i giorni.

Lago Maggiore (Piemonte e Lombardia)

Raggiungibile da Milano in circa un’ora e mezza di macchina, il lago si estende per circa 66 km, offrendo una varietà di esperienze che vanno dalla visita alle storiche Isole Borromee, con i loro palazzi eleganti e giardini botanici lussureggianti, a svariate attività all’aperto come escursioni, lezioni di vela e kayak.
Se Stresa è rinomata per le sue ville storiche e i grandi hotel che evocano il fascino della Belle Époque, Verbania è conosciuta per i suoi parchi rigogliosi, come Villa Taranto, che ospita una delle collezioni botaniche più impressionanti d’Europa. Imperdibile anche una crociera tra le quattro “perle del lago”, le Isole Borromee (più precisamente Isola Madre, Isola Bella, Isola dei Pescatori o Isola Superiore, e Isola di San Giovanni), un vero gioiello naturalistico ed architettonico, tanto da essere state una delle mete preferite di scrittori del calibro di Ernest Hemingway, nonché della famiglia Reale inglese.
Un ottimo punto di partenza per un tour di queste perle lacustri è l’Isola Madre, facilmente raggiungibile in battello da Stresa, con i suoi splendidi palazzi e i giardini che ospitano oltre duemila varietà di specie vegetali differenti. Da qui si può approdare poi sull’Isola dei Pescatori, anche nota come Isola Superiore, l’unica isola abitata, dove visitare il caratteristico mercatino dell’artigianato locale o rifocillarsi con un buon piatto di pesce Persico, per terminare il tour dell’arcipelago sull’Isola Bella, “casa” del celebre Palazzo Borromeo, che stupisce i visitatori provenienti da tutto il mondo con le sue sale nobiliari riccamente affrescate, anticamente abitate da Napoleone e dalla famiglia Borromeo, con le grotte ricoperte di pietre e conchiglie, ed con il lussureggiante giardino all’italiana che lo circonda.
Oltre alla sua incredibile bellezza naturale, il Lago Maggiore custodisce una ricca eredità culturale e gastronomica, tutta da scoprire passeggiando per i piccoli villaggi di pescatori, degustando i vini locali e assaporando specialità culinarie uniche, dove a farla da padrone sono il pesce di lago, ma anche i salumi e i formaggi alpini.
L’intera zona è ben collegata grazie a una rete efficiente di traghetti, treni e strade panoramiche che rendono facile esplorare sia le sponde italiane che quelle svizzere del lago.In poche parole, un perfetto connubio tra natura, cultura e relax, che lo rendono una meta lacustre ideale per ogni tipo di viaggiatore!

Lago dell’Accesa (Toscana)

Spostiamoci ora in Toscana per immergerci nell’atmosfera fiabesca che circonda il Lago dell’Accesa, piccolo e misterioso specchio d’acqua dolce (l’intera superficie del lago è di soli 1,4 km quadrati) immerso nella campagna maremmana, a circa nove chilometri da Massa Marittima, un tempo cuore pulsante dell’antica Repubblica di Massa, nella zona delle Colline Metallifere, nei secoli fonte di ispirazione di numerose opere d’arte e composizioni letterarie che sulle sue sponde hanno trovato un rifugio dalle preoccupazioni della vita quotidiana.
Un luogo ricco di storia e fascino archeologico, che custodisce ancora oggi i resti di un’antica necropoli etrusca e di un insediamento urbano della stessa epoca, connessi allo sfruttamento dei vicini giacimenti metalliferi ritrovati a poca distanza dalle acque, ma anche di mistero, in quanto la leggenda vuole che sotto questo lago dalla particolare forma di ferro di cavallo si nasconda un paese sommerso.
In poche parole, un’oasi di pace e bellezza selvaggia che merita di essere esplorata e conosciuta durante una gita fuori porta o una vacanza rilassante immersa nella natura (numerosi sono gli agriturismi e i glamping situati nelle vicinanze del lago e dell’adiacente area archeologica).

Lago di Vico (Lazio)

Nel cuore della Tuscia si nasconde un segreto tutto da scoprire: si tratta del lago di Vico, che con i suoi 507 metri sul livello del mare vanta il primato di altitudine tra i grandi laghi italiani. Al tempo stesso, assieme al lago di Bracciano e a quello di Bolsena, è anche uno dei maggiori specchi d’acqua di origine vulcanica dell’Italia centrale, il che contribuisce indubbiamente alla sua grande attrattiva e alle numerose leggende che qui sono ambientate.
Una di queste narra che il lago fu creato dal dio Vulcano, che qui scagliò il suo tridente per aprire una via di fuga dalle profondità della terra. La realtà geologica è altrettanto affascinante, in quanto il bacino d’acqua si trova all’interno di un antico cratere vulcanico, caratterizzato da una forma ellittica perfetta, e circondato da una natura rigogliosa e incontaminata.
Il lago è infatti parte dalla Riserva Naturale del Lago di Vico, che si estende su circa 4.000 ettari e ospita una vasta varietà di specie animali e vegetali. Un vero e proprio paradiso per gli amanti del birdwatching, che qui hanno la preziosa possibilità di osservare numerosi uccelli acquatici, tra cui aironi e cormorani, così come per quelli del trekking e dell’escursionismo, con diversi sentieri che si snodano attraverso boschi di faggi e querce per arrivare sulla cima del vicino Monte Venere, da cui godere di una vista spettacolare sulle acque del lago.

Lago Lesina (Puglia)

Nel foggiano si trova poi il lago di Lesina, uno dei laghi costieri più grandi del Sud Italia, separato dal Mar Adriatico soltanto da una sottile lingua di terra nota anche come “Bosco Isola”. Con una superficie di circa 51 km², circondata da un suggestivo paesaggio fatto di fitti canneti e di scintillanti saline, questo specchio d’acqua offre un habitat unico e una biodiversità straordinaria, rendendolo una meta imperdibile per chi desidera immergersi in un luogo dove la natura regna ancora sovrana.
Il lago è altresì una delle mete più gettonate dagli amanti del birdwatching, grazie anche ai numerosi punti di osservazione dislocati lungo le sue rive, in quanto offre dimora a una ricca fauna avicola, con oltre 200 specie di uccelli migratori tra cui fenicotteri rosa, aironi e cormorani. Le stagioni migliori per l’osservazione degli uccelli sono la primavera e l’autunno, quando molte specie migratorie fanno tappa al lago.
Meritevole di una visita è anche la cittadina di Lesina, situata sulle rive del lago, con il suo pittoresco centro storico fatto di stradine strette, case colorate e chiese antiche, tra cui quella dedicata a San Primiano Martire, patrono della città, un perfetto esempio di arte religiosa locale. Per un’interessante panoramica sulla storia naturale del lago e della sua fauna, il consiglio è quello di trascorrere qualche ora nel Museo Naturalistico del Lago di Lesina, con esposizioni didattiche e interattive che illustrano l’ecosistema della laguna.

Lago Sirino (Basilicata)

Un’incantevole perla naturale immersa nel Parco Nazionale dell’Appennino Lucano Val d’Agri Lagonegrese, ancora relativamente poco conosciuta, ma che merita sicuramente una visita: stiamo parlando del lago di Sirino (nella foto), piccolo specchio d’acqua (la superficie totale è di 50 metri quadrati) ospitato in una dolina carsica e situato ad un’altitudine di 788 metri sul livello del mare.
Le sue acque limpide e calme, che secondo le credenze popolari vantano incredibili proprietà curative, riflettono i colori mutevoli del cielo e della vegetazione circostante, creando paesaggi da cartolina in ogni stagione dell’anno, il che lo rende il luogo ideale per una varietà di attività all’aperto. Gli appassionati di escursionismo possono infatti esplorare i numerosi sentieri che si snodano attorno al lago mentre le sue rive tranquille sono ideali per picnic in famiglia o momenti di relax in compagnia dei nostri cari.
Per completare questa vacanza al lago fuori dai tracciati più noti, non può mancare un assaggio della cucina tradizionale locale, che racchiude i sapori e i profumi della Lucania, senza disdegnare piatti a base di pesce di lago, tra cui la delicata trota, spesso preparata alla griglia o in umido con erbe aromatiche colte in loco. Prima di tornare a casa, il consiglio è quello di fare una sosta nei vicini paesi di Nemoli e Rivello, situati a pochi chilometri dal lago, incantevoli borghi con stradine acciottolate, case in pietra e affascinanti chiese antiche.

Da nord a sud, i laghi italiani incantano con le loro acque turchesi, le rive frastagliate e le pittoresche città che si affacciano sulle loro sponde. Un viaggio attraverso questi specchi d’acqua è un’esperienza indimenticabile, che permette di scoprire la bellezza e la diversità di un paesaggio unico al mondo. e di sperimentare una nuova idea di vacanza, più attiva e movimentata, ma anche più introspettiva e rilassante.

Condividi questo articolo


Iscriviti alla newsletter di Hellogreen