Biocamino: modelli di camino bioetanolo

Biocamino: come scegliere quello perfetto

Casa, Vita Green
Hellogreen ti regala 50€ di sconto in prodotti Barò Cosmetics.

Biocamino: quale scegliere? Tutti i modelli

Il biocamino non è solo un caminetto per riscaldare la casa: è una scelta estetica di design, in grado di modernizzare l’arredamento e di creare un’atmosfera chic e familiare.

Cos’è un biocamino? Il biocamino, conosciuto più comunemente come camino bioetanolo, è un piccolo caminetto eco-friendly senza canna fumaria. In altre parole, è un camino funzionante grazie alla combustione di bioetanolo, ovvero un alcool denaturato derivato esclusivamente dalla fermentazione di residui vegetali. Non richiede particolari lavori di installazione in quanto non emette polveri tossiche e non necessita di canna fumaria. È l’ideale per chi vuole conciliare una scelta funzionale di riscaldamento con un elemento di design esclusivo e lussuoso, non rinunciando però al rispetto dell’ambiente circostante.

Esistono diverse tipologie di biocamino:

  • Biocamino da terra o da appoggio
  • Biocamino da parete
  • Biocamino da incasso
  • Biocamino da tavolo

Come scegliere quello perfetto per la propria abitazione? In primo luogo, quando si sceglie un biocaminetto, è fondamentale ricordare che la capacità di produrre calore è inferiore a quella di un camino classico o di una stufa a pellet. Infatti, il camino a bioetanolo è la scelta ideale per riscaldare singole stanze, non intere abitazioni. Tre fattori fondamentale da considerare nella scelta del proprio focolare domestico sono: prezzo, potenza e arredamento.

Scopriamo insieme come sono fatti nel dettaglio i diversi modelli di biocamino e quali sono gli elementi fondamentali da considerare nella scelta.

Camino a bioetanolo come scegliere

Biocamino: le diverse tipologie

Ecco come sono fatti i diversi modelli di caminetti bioetanolo e come scegliere quello perfetto per la propria abitazione:

  1. Caminetto da terra

Il caminetto da terra, anche conosciuto come biocamino a pavimento o da appoggio, è senza dubbio il modello meglio adattabile a qualsiasi ambiente. È ottimo per riscaldare stanze di medie dimensioni e può essere di diverse forme. Ne esistono di più tradizionali, molto simili ai camini classici a legna appoggiati al muro, e di forme originali e stravaganti, più accattivanti dal punto di vista estetico. La particolarità eccezionale di questi modelli è la possibilità di movimento da una stanza all’altra senza fatica. Anche in questo caso il prezzo dipende dalla dimensione e dalla forma del biocamino. È particolarmente consigliato per chi desidera un biocamino pratico e maneggevole, in grado di scaldare ambienti di medie dimensioni e di creare un’atmosfera chic e familiare.

  1. Camino bioetanolo da parete

Il biocamino da parete è uno dei più esclusivi accessori di design! Infatti, proprio come un quadro o un moderno televisore, viene appeso alla parete senza necessitare di particolari opere murarie di installazione. Spesso i camini da parete hanno forme geometriche originali e particolari che li rendono unici ed esclusivi. Il costo di un biocamino da parete dipende inevitabilmente dalle dimensioni. Sono perfetti per riscaldare anche stanze abbastanza ampie. Infine, è sempre importate ricordare che nelle circostanze non devono essere presenti sostanze infiammabili in quanto, diversamente dal camino ad incasso, il biocamino da parete può non avere protezioni. È la soluzione perfetta per gli amanti del design e dell’arte!

  1. Biocamino da incasso

Il biocaminetto da incasso è la soluzione ideale per chi cerca una soluzione di riscaldamento definitiva. È perfettamente integrabile al design di qualsiasi ambiente in quanto viene inserito all’interno della parete. Prima di scegliere questo modello, è sempre necessario accertarsi che la parete adibita all’installazione non sia attraversata da cavi elettrici e tubature idrauliche. Infatti, per l’impianto di questo caminetto sono necessari alcuni semplici lavori di muratura preventivi. Questo focolare non occupa spazio in metri quadri in quanto è perfettamente inserito nelle pareti. Può essere piatto o sporgente e – nella maggior parte dei casi – è caratterizzato da un vetro protettivo progettato per garantire la sicurezza e la propagazione ottimale del calore. Il costo di questo caminetto dipende dalle dimensioni, ma risulta più elevato degli altri in quanto comprende anche i lavori di muratura di installazione.

  1. Caminetto da tavolo

Il caminetto a bioetanolo da tavolo è il più pratico e piccolo presente sul mercato. Non richiede procedure di installazione, basterà posizionarlo su qualsiasi superficie per creare un’atmosfera davvero conviviale. Risulta particolarmente consigliato per riscaldare ambienti molto piccoli: è ottimo come soluzione di riscaldamento integrativa. Ne esistono di diversa grandezza e potenza, con design adattabile ad ogni ambiente casalingo. È solitamente inserito all’interno di una teca di vetro: un vero accessorio chic in grado di modernizzare anche gli ambienti più tradizionali. È consigliato per lo più per chi desidera riscaldare zone particolari della casa, come per esempio un’area living di condivisione.

Camino bioetanolo prezzi: quanto costano?

Non esiste un prezzo univoco per comprare un biocamino. Infatti, il costo del singolo caminetto dipende da:

  • Materiali di produzione;
  • Dimensioni;
  • Capacità del serbatoio;
  • Potenza e capacità di riscaldamento.

Indicativamente, il prezzo medio di un biocamino si aggira sui 600-1000 Euro. I modelli più piccoli e semplici costano circa 100 Euro, quelli più elaborati e di design possono arrivare a costare anche 3500 Euro.

Condividi l'articoloShare on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Valuta questo articolo


Hellogreen ti regala 50€ di sconto in prodotti Barò Cosmetics.

Iscriviti alla newsletter di Hellogreen