Frutta e verdura di stagione a settembre: l'autunno è alle porte!

Frutta e verdura di stagione a settembre: l’autunno è alle porte!

Settembre segna il passaggio dalla stagione estiva a quella autunnale e questo si riflette anche nell’ampia varietà di frutta e verdura di stagione che abbonda sulle bancarelle dei mercati contadini. Ecco un elenco completo della frutta e della verdura di stagione a settembre, e come utilizzarle al meglio in ricette colorate, gustose e confortanti, perfette per concludere al meglio l’estate e dare il benvenuto all’autunno.

Sospeso tra la nostalgia per la fine dell’estate e l’attesa per l’inizio della stagione autunnale, con i suoi colori vivaci e profumi inconfondibili, settembre ci regala un’abbondanza di prodotti di stagione freschi, variopinti, e gustosissimi.

Dalle prime, succosissime mele della stagione, a pere, uva, fichi e prugne, tutti frutti rinomati per la loro versatilità e piacevole dolcezza, senza dimenticare gli ultimi meloni e pesche della stagione estiva che si sta concludendo. Dal canto suo, anche l’orto non è da meno, e ci regala le prime verdure tipiche della stagione autunnale, quali zucca, cavoli e porri, oltre che agli ultimi ortaggi tipicamente estivi come pomodori, melanzane, zucchine, e fagiolini.

In questo articolo, esploreremo la meraviglia della frutta e verdura di stagione a settembre, scoprendo le delizie che la terra ci offre e le proprietà benefiche che questi alimenti apportano alla nostra salute. Infine, un breve excursus sulle erbe aromatiche che possiamo cogliere durante questo mese per arricchire i nostri piatti di gusto e colore, nonché 5 ricette (3 salate e 2 dolci) semplici e deliziose, perfette per salutare con gioia l’estate e dare il benvenuto alla stagione autunnale!

La frutta di stagione a settembre: gusto e colore per accogliere al meglio l’arrivo dell’autunno!

Settembre è un mese ricco di prodotti ortofrutticoli che riflettono l’essenza dell’autunno, strizzando però ancora l’occhio alla stagione estiva che sta per concludersi. Mai come durante questo mese, giardini e frutteti ci regalano una varietà di sapori e consistenze irresistibili, dalla dolcezza e morbidezza di fichi, uva e susine, alla croccantezza di mele, pere, per finire con gli ultimi meloni, cocomeri e pesche della stagione, freschi e piacevolmente zuccherini.

Inoltre, frutti quali pere, mele, uva, e susine sono ricchissimi di preziose vitamine – in particolare vitamina A e C, in grado di aiutarci ad alleviare in modo naturale i sintomi tipici del cambio di stagione -, minerali, fibre e sostanze antiossidanti, come il resveratrolo contenuto nell’uva nera e rinomato per le sue notevoli proprietà antinfiammatorie, antibatteriche e antifungine, in grado di rafforzare le nostre difese immunitarie, depurare l’organismo dai bagordi estivi, ed aiutarci ad affrontare la fine della stagione estiva con più gioia, serenità ed energia.

La frutta di stagione a settembre è inoltre estremamente versatile, amata sia da grandi che piccini, ed adatta alle più svariate preparazioni: ad esempio, le pere sono ottime sia per arricchire insalate e risotti, che in dolci rustici e dai tipici profumi autunnali, quali crostate, torte e strudel. Lo stesso vale per le prime mele della stagione, croccanti e saporitissime, perfette da consumare anche come snack salutare, specialmente se accompagnate a del burro di frutta secca o a dello yogurt per un pasto completo di tutti e tre i macronutrienti essenziali.

Per non parlare di uva, susine e fichi, i frutti settembrini per eccellenza, che con la loro naturale dolcezza sono in grado di conquistare anche i palati più difficili e sono ideali per realizzare sfiziosissime conserve e marmellate, da utilizzare sia nelle preparazione di ricette dolci che salate -famosissima la combinazione formaggio-marmellata di fichi!

Infine, con un po’ di fortuna, possiamo ancora gustare gli ultimi frutti della stagione estiva che si sta concludendo: tra questi, meloni, pesche, cocomeri, ed albicocche. Attenzione però a sceglierli con cura per evitare delusioni!

Di seguito, una lista completa della frutta di stagione da mettere nel carrello a settembre, facilmente reperibile sia sui banchi dei mercati cittadini che nei comuni supermercati:

  • Albicocche
  • Cornioli
  • Fichi
  • Fichi d’India
  • Giuggiole
  • Kiwi
  • Lamponi
  • Mandorle
  • Mirtilli
  • Mele
  • Melograno
  • Melone
  • More
  • Nocciole
  • Pere
  • Pesche
  • Prugne
  • Susine
  • Uva (sia bianca che nera)

Le verdure di stagione a settembre: è tempo di gustare le primizie autunnali!

Settembre porta con sé l’arrivo dell’autunno, una stagione caratterizzata da un’abbondanza di verdure colorate, fresche e nutrienti. Le verdure di settembre sono un tesoro di vitamine, minerali e fibre, che aiutano a rafforzare il sistema immunitario, a combattere i primi malanni di stagione, e a migliorare la digestione, spesso rallentata dopo le frequenti uscite e gli aperitivi estivi.

Potrebbe interessarti:  Latte vegetale: 5 consigli per scegliere quello migliore (anche per l'ambiente)

Tra le verdure di stagione a settembre spiccano ortaggi tipicamente autunnali come funghi, porri, patate e cavolo, con le sue diverse varietà tra cui spiccano il cavolo verza, il cavolo cappuccio e il cavolo riccio, un vero e proprio superfood, ricco di vitamine A, C e K, nonché di preziose sostanze antiossidanti e antinfiammatorie, particolarmente utili in un periodo critico come il cambio di stagione. Si tratta inoltre di un ortaggio molto versatile, che può essere utilizzato in moltissime preparazioni, da insalate croccanti a zuppe riscaldanti e contorni saporiti.

Allo stesso tempo, settembre – e soprattutto la prima metà del mese – è il periodo migliore per cogliere i tanto amati fagiolini, un’eccellente fonte di vitamine A, C, e K, che durante questo mese raggiungono il massimo del loro gusto e freschezza. Lo stesso vale per le carote, un toccasana per la salute di occhi e pelle grazie al loro elevato quantitativo di vitamina A e C, ottime da gustare sia grattugiate nelle insalate o come spezzafame salutare.

Ancora, non dobbiamo dimenticarci nemmeno di zucchine (ricchissime di acqua, vitamine C e K e potassio), pomodori (un’ottima fonte di licopene, un potente antiossidante a proteggere la pelle dai danni causati dai raggi UVA e UVB, oltre che di vitamina C, vitamina A e potassio), e melanzane (dal buon contenuto di fibre solubili, indispensabili per garantire una buona motilità intestinale e favorire il senso di sazietà), che in questo periodo sono particolarmente gustose grazie ai mesi trascorsi al sole: affrettiamoci però, in quanto queste sono le ultime settimane in cui possiamo godere di questi magnifici frutti del raccolto estivo.

Verso la fine del mese, è inoltre possibile mettere le mani sulle prime zucche della stagione, l’ortaggio per eccellenza dell’autunno, con la loro polpa morbida e sapore dolce e delicato, da utilizzare sia in conserve e crostate che in zuppe e torte salate per immergerci appieno nell’atmosfera calda e accogliente della nuova stagione.

Qui una lista completa delle verdure di stagione a settembre:

  • Barbabietole
  • Bietole
  • Broccoli
  • Cavolfiore
  • Cavolo (verza, cappuccio, riccio, etc)
  • Carote
  • Cetrioli
  • Cicoria
  • Cipolle
  • Fagiolini
  • Funghi
  • Lattuga
  • Insalata
  • Melanzane
  • Patate
  • Peperoni
  • Pomodori
  • Porro
  • Radicchio
  • Ravanelli
  • Rape
  • Sedano
  • Spinaci
  • Zucca
  • Zucchine

Le erbe di stagione a settembre: un tocco di gusto, colore e profumo per i nostri piatti

Settembre ci regala anche una grande varietà di erbe aromatiche, un vero e proprio tesoro per la nostra cucina, in grado di esaltare i sapori degli ingredienti di stagione e creare piatti gustosi e invitanti in modo semplice, veloce, ed anche leggero. Inoltre, le erbe aromatiche di stagione a settembre sono particolarmente benefiche per la nostra salute, grazie alle loro preziose proprietà antiossidanti, antibatteriche e digestive.

Tra le erbe di stagione disponibili a settembre troviamo:

  • Basilico: con le sue foglie verdi e profumate, il basilico è ottimo per aggiungere un tocco di freschezza e dolcezza ai piatti. È inoltre estremamente versatile e può essere utilizzato sia per aromatizzare salse e condimenti per la pasta, ma anche verdure grigliate e insalatone. Il nostro consiglio è quello di utilizzarlo appena colto e sminuzzato direttamente con le mani per preservarne al meglio l’aroma;
  • Coriandolo: un’erba molto popolare sia nella cucina asiatica che in quella messicana e mediterranea, le foglie del coriandolo possono essere utilizzate fresche come guarnizione o come ingrediente in salse, insalate, salse di yogurt, marinature e molto altro. Allo stesso tempo, i semi del coriandolo, dal sapore leggermente agrumato e speziato, sono una fantastica aggiunta a stufati di carne e verdure e a pietanze a base di pesce;
  • Dragoncello: il sapore del dragoncello può essere descritto come una combinazione di note erbacee, leggermente amare e dolci, con un accenno di anice. Questa complessità di aromi lo rende particolarmente adatto per insaporire piatti a base di pollo, pesce, verdure e uova, ma anche nella preparazione di salse, condimenti per insalate, zuppe, e marinature;
  • Maggiorana: la maggiorana ha un aroma caldo, speziato e dolce, simile a una combinazione di timo e origano, che la rende particolarmente adatta per amplificare i sapori di zuppe, stufati, e salse, ma anche a piatti a base di pesce e verdure;
  • Menta: ideale sia per realizzare bevande rinfrescanti e cocktail, ma anche per aggiungere un tocco di freschezza a macedonie e verdure grigliate (assolutamente da provare la combo melanzane-menta);
  • Rosmarino: grazie al suo sapore robusto e leggermente pungente, il rosmarino è ottimo per insaporire arrosti, patate al forno, verdure grigliate e marinature per carne e pesce;
  • Salvia: la salvia è una delle erbe aromatiche più versatili, e può essere utilizzata sia per insaporire carni, ripieni, salse e zuppe, ma anche per dare un tocco in più a piatti a base di zucca, formaggi e funghi. La salvia può essere utilizzata sia fresca che essiccata, tenendo comunque a mente che le foglie fresche hanno un sapore più intenso e pungente;
  • Timo: dalle foglie piccole e profumatissime, il timo è ottimo per aromatizzare carni, pesce, ma anche frittate e verdure grigliate;
  • Origano: un ingrediente che non può mancare nella cucina mediterranea, dove è utilizzato sia per insaporire pizze, bruschette e sughi, ma anche per aromatizzare oli e aceti;
  • Prezzemolo: ricchissimo di vitamina C, il prezzemolo è l’ingrediente di base della famosissima salsa verde, ottima per condire piatti di carne, pesce o verdure grigliate.
Potrebbe interessarti:  Semi di chia proprietà e controindicazioni

5 ricette semplici e veloci per consumare la frutta e verdura di stagione a settembre

Alla ricerca di ricette semplici e sfiziose per consumare la frutta e verdura di stagione a settembre? Ecco 5 ricette 3 salate e 2 dolci – per salutare con gioia l’estate e dare il benvenuto alla stagione autunnale! (Tutte le ricette sono da intendersi per 4 porzioni)

  1. Insalata autunnale con cavolo riccio, melagrana, nocciole e feta

    Un’insalata perfetta per dare il benvenuto all’autunno: la croccantezza del cavolo riccio e delle noci contrasta perfettamente con la cremosità della feta e con la succosità della melagrana, in una festa di colori e sapori unici. Perfetta sia per una cena leggera o come accompagnamento a un pasto principale.

    Per realizzarla serviranno
    :
    1 cavolo riccio
    1 melagrana
    50 g di nocciole
    100 g di feta (anche vegetale, come questa di Violife)
    Per la vinaigrette:
    Succo di limone
    Olio d’oliva extravergine
    Sale e pepe

    Preparazione
    Preparare il cavolo riccio, rimuovendo  le foglie esterne e tagliandolo a strisce sottili.
    Sbucciare la melagrana e separare i chicchi, tritare grossolanamente le nocciole e tagliare la feta a cubetti.
    In una ciotola, unire il cavolo riccio, i chicchi di melagrana, le nocciole tritate e la feta e mescolare delicatamente.
    Preparare la vinaigrette mescolando il succo di limone, l’olio d’oliva extravergine, il sale e il pepe. Versarla sull’insalata e mescoliamo bene per coprire uniformemente tutti gli ingredienti.
    Lasciare riposare l’insalata in frigorifero per circa 15-20 minuti prima di servire in modo da permettere ai sapori di amalgamarsi.

  2. Risotto al sedano rapa e funghi (ricetta vegana)

    Un risotto cremoso e dal sapore avvolgente, realizzato esclusivamente con ingredienti di origine vegetale, reso unico dalla combinazione di sedano rapa e funghi, che ci aiuterà a superare più facilmente la malinconia di fine dell’estate e a dare il benvenuto alla stagione più colorata dell’anno.

    La lista degli ingredienti necessari per questa preparazione comprende:
    1 sedano rapa medio, pelato e tagliato a dadini
    200 g di funghi misti (porcini, champignon, shiitake, ecc.), puliti e affettati
    1 cipolla, tritata finemente
    2 spicchi d’aglio, tritati
    320 g di riso Arborio o Carnaroli
    120 ml di vino bianco secco
    1 l di brodo vegetale caldo
    2 cucchiai di olio d’oliva
    2 cucchiai di margarina (o burro vegetale)
    50 g di salsa tahini (per mantecare, opzionale) o grattugiato vegano
    Sale e pepe nero macinato fresco
    Prezzemolo fresco tritato per guarnire

    Preparazione:
    In una pentola capiente, scaldare l’olio d’oliva a fuoco medio. Aggiungere la cipolla e l’aglio e farli rosolare fino a quando diventano morbidi e traslucidi.
    Mettere il sedano rapa e i funghi nella pentola e cuocere per alcuni minuti fino a quando iniziano ad ammorbidirsi. A questo punto, possiamo aggiungere anche il riso e tostarlo leggermente per un minuto, mescolando continuamente. Sfumare con il vino bianco e lasciar evaporare completamente.
    Aggiungere gradualmente il brodo vegetale caldo, un mestolo alla volta, mescolando costantemente e aspettando che il liquido venga assorbito prima di aggiungerne altro. Continuare questa operazione fino a quando il riso è al dente, morbido ma ancora leggermente al centro.
    Mantecare con il burro vegano (o la margarina) ed il formaggio vegano grattugiato, o salsa tahina, (se desiderato) e mescolare fino a ottenere una consistenza cremosa. Condire con sale e pepe a piacere.
    Servire il risotto caldo, guarnendo con prezzemolo fresco tritato.

  3. Torta salata estiva con melanzane, pomodorini, fagiolini e biete
    L’ultima ricetta salata è una torta salata estiva, realizzata con le ultime verdure della stagione che si sta per concludere, come melanzane, biete e fagiolini e pomodorini. Perfetta sia per un aperitivo di fine estate, ma anche come portata principale per una cena in famiglia.

    Per realizzarla serviranno:
    1 rotolo di pasta sfoglia
    2 melanzane medie, tagliate a fette sottili
    2 biete fresche, lavate e tagliate a strisce
    200 g di fagiolini, puliti e tagliati a pezzi
    200 g di pomodorini ciliegia, tagliati a metà
    1 cipolla, affettata
    2 spicchi d’aglio, tritati
    200 g di formaggio di capra fresco, sbriciolato
    4 uova
    200 ml di latte
    2 cucchiai di olio d’oliva
    Sale e pepe nero macinato fresco
    Timo fresco per guarnire

    Preparazione:
    Preriscaldare il forno a 180°C. Srotolare la pasta sfoglia in una teglia da torta e adattarla bene ai bordi.
    Cuocere i fagiolini in acqua bollente salata per 2-3 minuti, quindi scolarli e raffreddarli immediatamente in acqua fredda.
    In una padella, scaldare l’olio d’oliva a fuoco medio. Aggiungere la cipolla e l’aglio e soffriggerli fino a che diventano morbidi e traslucidi. A questo punto, aggiungere le fette di melanzane, le strisce di biete, i fagiolini e i pomodorini nella padella. Cuocere per alcuni minuti fino a che le verdure si ammorbidiscono leggermente.
    Sbattere le uova con il latte in una ciotola separata. Aggiungere il formaggio di capra sbriciolato al composto di uova e mescolare bene.Condire con sale e pepe a piacere.
    Versare il composto di uova e formaggio sulle verdure nella padella e mescolare delicatamente per distribuirlo uniformemente. Versare l’intero composto nella teglia con la pasta sfoglia.
    Infornare la torta salata nel forno preriscaldato e cuocere per circa 30-35 minuti o fino a quando la superficie è dorata e la torta è ben cotta.
    Sfornare la torta e lasciarla raffreddare leggermente prima di servire. Guarnire con foglie di timo fresco prima di servire.

  4. Crumble con zucca e mandorle
    Un dessert autunnale irresistibile, semplicissimo da realizzare e pronto in meno di trenta minuti. Con la cottura, la zucca si ammorbidisce e crea una base dolce e succosa, mentre il crumble arricchito dalle mandorle regala un tocco croccante e aromatico. Possiamo gustarlo da solo o arricchirlo con una generosa porzione di gelato alla vaniglia o panna montata.

    Per realizzarlo serviranno:
    500 g di zucca, sbucciata e tagliata a cubetti
    100 g di farina
    100 g di mandorle tritate
    80 g di zucchero di canna
    80 g di burro freddo, tagliato a cubetti (o margarina)
    1 cucchiaino di cannella in polvere
    1/2 cucchiaino di noce moscata
    1/4 cucchiaino di sale
    Zucchero a velo per decorare (opzionale)
    Gelato alla vaniglia o panna montata per servire (opzionale)

    Preparazione:
    Preriscaldare il forno a 180°C.
    Mescolare insieme la farina, le mandorle tritate, lo zucchero di canna, la cannella, la noce moscata e il sale.Aggiungere il burro freddo a cubetti e lavorare l’impasto con le dita fino a ottenere una consistenza sabbiosa.
    Mettere i cubetti di zucca in una teglia da forno e cospargerli con l’impasto di briciole. Infornare il crumble nel forno preriscaldato e cuocere per circa 30-35 minuti, o fino a quando la zucca risulta morbida se infilzata con una forchetta ed il crumble è dorato e croccante.
    Sfornare il crumble e lasciarlo raffreddare leggermente. Spolverarlo con dello zucchero a velo (se desiderato) e servire preferibilmente caldo. Se gradito, è possibile accompagnare il crumble con una pallina di gelato alla vaniglia o con della panna montata per un tocco di extra golosità.

  5. Crêpes integrali con pere e mele
    Per concludere, un dolce sano e leggero, perfetto per iniziare la giornata con carica e gusto, o come spuntino goloso di metà pomeriggio. Per un tocco in più, servire le crêpes con dello sciroppo d’acero ed una spolverata di cannella, o della panna montata.

    Per realizzarlo serviranno:
    100 g di farina integrale
    2 uova
    250 ml di latte
    1 cucchiaio di zucchero di canna
    1 cucchiaino di olio di semi (o altro olio vegetale)
    1 cucchiaino di estratto di vaniglia
    1 pizzico di sale
    2 mele
    2 pere
    Succo di limone
    Burro o olio per ungere la padella

    Preparazione:
    In una ciotola, mescolare la farina integrale, le uova, il latte, lo zucchero di canna, l’olio di cocco, l’estratto di vaniglia e il sale. Mescolare bene fino a ottenere un composto liscio. Lasciare riposare (meglio se in un luogo fresco o direttamente nel frigo) per circa 15 minuti.
    Nel frattempo, sbucciare le mele e le pere, rimuovere il torsolo e tagliarle a fette sottili. Spruzzare un po’ di succo di limone sulle fette di frutta per evitare che si ossidino.
    Scaldare una padella antiaderente a fuoco medio e ungere leggermente con del burro o olio.Versare un mestolo di impasto nella padella, inclinandola in modo da distribuire uniformemente il composto sulla superficie. Disporre alcune fette di mele e pere sulla crêpe.
    Cuocere la crêpe per circa 2-3 minuti, o fino a quando i bordi diventano dorati. Poi girarla delicatamente con una spatola e cuocere per altri 2-3 minuti. Ripetere il processo fino a terminare l’impasto e le fette di frutta.
    Servire le crêpes ancora calde, meglio ancora se cosparse con dello sciroppo d’acero ed una spolverata di cannella o, in alternativa, della panna montata.

Condividi questo articolo


Iscriviti alla newsletter di Hellogreen